Laundrette

28 GIUGNO - H. 21:00 - Seesaw House

Laundrette

VENERDI’ 28 GIUGNO – h. 21:00 – Seesaw HOUSE

Regia e drammaturgia: Jennifer Erika Miller

Coreografia: Veronica Boniotti

Musiche originali: Antonio Maria Fracchetti

Attori/ballerini: Andrea Bonfanti, Elisa Salvini, Alessio Dalla Costa, Valentina Pennacchio,

Gabriele Ang

PRODOTTO DA: Compagnia Alla Ribalta e Seesaw Project

 

Laundrette.

Il ciclo di un amore, di una dipendenza e di una lavatrice

“Laundrette” è uno spettacolo indagine sulle dipendenze in tutte le sue forme. Una sequenza di tableaux vivants in movimento ruota, come una centrifuga impazzita, attorno ad un uomo che aspetta la fine del ciclo della lavatrice in una lavanderia a gettoni. Tormentato da ciclo continuo di pensieri ossessivi, cerca di non concedersi più quella famosa ultima sigaretta. La vita scorre impazzita nella sua quotidianità, davanti a lui e nella lavanderia entrano ed escono uomini e donne, madri e ragazzini in festa, uomini dalla dubbia spiritualità e musicisti frettolosi. “Laundrette” è la storia di un ciclo: di un amore, di una dipendenza e di una lavatrice.

PER INFORMAZIONI:

Giuseppe Claudio

tel. +39 333 572 4631

Veronica

tel. +39 388 947 5178


La Compagnia

La storia di seesaw

Seesaw Project nasce da un incontro, nel 2017, sulle rive del Garda.

Siamo una compagnia che si muove tra danza contemporanea, teatro fisico e musica.

Abbiamo fatto dell’unione un paradigma: ricerchiamo e perpetuiamo lo scambio tra artisti e pubblico attraverso diversi linguaggi.

La compagnia è un sistema aperto che riunisce artisti provenienti da vari campi artistici. Il cuore è composto da sette professionisti, ma si espande e modifica il suo ritmo a seconda del progetto.

Ricerchiamo un’unione tra gesto, messaggio, danza, parole e musica affinché si congiungano in un potente unicum.

Seesaw significa altalena, un gioco semplice che racchiude la nostra identità. Proprio come un’altalena, oscilliamo perennemente, mettendoci in discussione, ma siamo anche stabilmente legati a valori forti come la reciprocità, la profondità, la passione per la ricerca e l’autoironia.